Ognuno potrebbe avere preferenze diverse nel gustare il gelato, c’è chi preferisce iniziare con i gusti che hanno un sapore più debole (ad esempio: fiordilatte, nocciola, vaniglia) e poi concludere con gusti più forti (cioccolato, caffè) o viceversa; c’è chi preferisce fare delle scelte miste, ad esempio: prima gusti di creme e poi gusti alla frutta; c’è chi invece non ha nessuna pretesa sull’ ordine dei gusti. Per apprezzare meglio il gelato diventa però importante prestare attenzione quando decliniamo la nostra scelta di gusti al gelataio.

A prescindere dall’ affidabilità di questa indagine, penso sia divertente leggere per ogni gusto che si sceglie il “profilo psicologico”. Forse sì, forse no, anche perché la personalità è qualcosa di talmente personale, appunto, che è difficile schematizzare e standardizzare. Tuttavia può essere che, sempre a grandi linee, qualcosa di ognuno si possa ritrovare in questi profili “da gelato”. Se così non è, gustiamoci il gelato e basta, senza tanti scrupoli.

Secondo una ricerca di esperti,ogni gusto di gelato rispecchia una identità ne riassumo alcuni tra i principali più diffusi insieme alle ricette per chi vuole sperimentare.

 

Gusto Cioccolato

Ingredienti per 4 persone:
  •  250 gr di panna fresca
  •  150 gr di latte
  •  150 gr di cioccolato fondente
  •  150 gr di zucchero
  •  3 di tuorli
  •  essenza di vaniglia
  • In un pentolino, dal fondo spesso, fate sciogliere il cioccolato insieme alla panna e al latte.
  • In una ciotola montate i tuorli con lo zucchero.
  • Versate il composto di uova e zucchero nel pentolino con il cioccolato, mantenendo la fiamma bassa fino a sfiorare il punto di ebollizione, in modo da evitare che le uova si cuociano.
  • Mescolate bene, in modo da amalgamare bene tutti gli ingredienti e ottenere così un gelato al cioccolato privo di grumi, spegnete e aggiungete qualche goccia di essenza di vaniglia.
  • Trasferite il composto in una ciotola, fatelo raffreddare e riponetelo in frigorifero per qualche ora.
  • Trascorso il tempo necessario, trasferite tutto nella gelatiera e avviatela secondo le impostazioni.
  • Potete servire questo dolce a base di cioccolato da solo o con delle cialde croccanti e scaglie di cioccolato  a fine pasto o a merenda. In alternativa, potete accompagnarlo a una buona fetta di torta che renderà tutti più allegri e contenti!

Profilo Cioccolato

Sei una persona molto dolce e disponibile per gli altri, ma solo per le persone che se lo meritano. Sei molto schietta/o e non hai paura di dire la tua opinione. Scelto delle persone intelligenti, belle, apprezzate, che hanno successo nella vita e  Nonostante questo però, spesso ti chiudi in te stesso e hai bisogno di piccole certezze per superare i momenti no.

Chi preferisce questo gusto le piace anche mangiarlo da coppette trasparenti.

Gusto Stracciatella

Ingredienti per 6 persone:

  • 300 ml di panna per dolci
  • 400 ml di latte
  • 180 gr di zucchero (semolato)
  • 100 gr di cioccolato (fondente)
  • 1/2 bustina di vanillina
  • Per preparare il gelato alla stracciatella riunite in un pentolino latte, panna, zucchero e vanillina e fate sciogliere quest’ultimo a fuoco basso. Poi fate raffreddare il composto e portatelo alla temperatura del frigorifero.
  • Nel frattempo tritate piuttosto finemente il cioccolato fondente e tenetelo da parte
  • Trasferite il preparato per il gelato nella gelatiera e lavoratelo come previsto dalla vostra macchina.
  • A 5 minuti dalla fine della lavorazione aggiungere le scagliette di cioccolato e continuate a mantecare.
  • Fate refrigerare il gelato in freezer o servitelo subito in base ai vostri gusti.
  • l vostro gelato alla stracciatella è pronto, se preferite potete conservarlo in freezer prima di servirlo per renderlo ancora più compatto! Decorate con scaglie di cioccolato a piacere preferibilmente fondente!

Profilo Stracciatella

Sei una persona che si adatta in fretta, non ti spaventa il cambiamento, anzi ti intriga. Sai aspettare il momento giusto per agire e non hai paura di subire le conseguenze delle tue scelte. Sei responsabile e maturo, non rinunci mai al divertimento con gli amici e sai sempre cosa dire nel momento migliore.

Chi preferisce questo gusto di solito le piace mangiarlo su coppetta in porcellana.

 

Gusto Pistacchio

Ingredienti per 4 persone:

  • 220 ml di panna fresca
  •  220 ml di latte
  •  70 gr di zucchero
  •  100 gr di crema al di pistacchio
  • Unite in un pentolino latte, panna e zucchero, mettete sul fuoco a fiamma medio-bassa e cuocete fino a far sciogliere completamente lo zucchero.
  • Una volta sciolto lo zucchero, spegnete il fuoco, aggiungete la pasta di pistacchio e mescolate bene.
  • Versate il composto in una vaschetta rettangolare bassa e larga, lasciate raffreddare, quindi mettete in frigo per almeno 2 ore.
  • Quando il composto sarà completamente freddo, versatelo nella gelatiera e azionatela secondo le istruzioni.
  • Il vostro gelato al pistacchio è pronto: guarnitelo con le scagliette di pistacchi!

Profilo Pistacchio

Sei una persona energica e capace. Quando hai un obiettivo non molli fin quando non riesci ad arrivarci.Sei molto ambizioso e punti sempre al meglio, l’efficienza è la tua qualità migliore. Sei la persona da cui tutti vorrebbero copiare ad una verifica.

Chi è impazzito per il gusto Pistacchio le piace mangiarlo su coppette un po retrò.

 

Gusto limone

Ingredienti per 4 persone:

  • 120 ml di succo di limone
  •  1 buccia grattugiata di limone
  •  150 gr di zucchero
  •  250 ml di panna fresca
  •  200 ml di latte
  • Mettete in un mixer la buccia grattugiata di limone e lo zucchero.
  • Aggiungete poi il succo di limone filtrato.
  • Unite il latte e la panna conservati ben freddi in frigo, e mixate il tutto
  • Versare il composto nella gelatiera ed avviarla secondo il programma
  • Lavorate il gelato al limone fino a che non si sarà addensato, ci vorranno circa 15 minuti.
  • Mettete il gelato ottenuto in una vaschetta rettangolare e riponete in freezer per un paio d’ore
  • Servite il gelato al limone nelle coppette guarnite con foglioline di menta e fette di limone sparso…successo garantito ottimo da servire come fine pasto nei menù di pesce o come merenda nella calura estiva!

Profilo Limone

Sei una persona solare e sempre di buon umore. Non dici mai di no se i tuoi amici ti invitano ad uscire e sai far divertire tutti con la tua allegria travolgente. Sei molto gentile con gli altri ma allo stesso tempo pretendi che anche gli altri lo siano con te.

Chi preferisce questo gusto di solito le piace mangiarlo su coppette blu.

 

Gusto Fragola

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 g di fragole da pulire
  • 150 g di latte fresco p.s.
  • 150 g di panna fresca
  • 100 g di zucchero
  • Lavare le fragole, tagliare a cubetti o rondelle e metterle in un pentolino con lo zucchero.
  • Mettere sul fuoco, tenendo la fiamma bassa mescolando ogni tanto. Dopo 5 minuti, quando  le fragole hanno buttato fuori il succo, spegnere e raccogliere 3/4 cucchiai di liquido che verrà conservato in frigo per guarnire poi il gelato.
  • Versare le fragole caramellate dentro il bicchierone del frullatore, insieme al latte e alla panna che saranno entrambi freddi di frigo. Frullare per un minuto circa, in modo da omogeneizzare il composto e renderlo gonfio e spumoso.
  • Coprire il recipiente con pellicola alimentare e riponete in frigo a maturare per almeno un ora.
  • Trascorso questo tempo, versate dentro la gelatiera
  • Quando il gelato è pronto, trasferirlo in una vaschetta precedentemente raffreddata, e metterla in freezer a rassodare per una mezz’ora.
  • Guarnite il gelato con pezzettini della fragola e  foglioline di menta e assaporate poi tutta la sua freschezza!

Profilo Fragola

C’è un po’ di gelato fragola nella vita di ciascuno di noi. È il gusto dell’infanzia, scelta da chi è coraggioso, sfida i pregiudizi e non si cura troppo dei commenti negativi altrui!

Le persone che scelgono il gusto fragola, lo mangiano da qualsiasi coppetta colorata.

 

Gusto Caffè

Ingredienti per 4 persone:

  •  200 ml di caffè
    170 g di zucchero
  • 200 ml di panna
    200 ml di latte
  • Prendete un pentolino e mettetelo sul fuoco aggiungendo lo zucchero e il caffè della moka. Lasciate cuocere a fiamma bassa mescolando per non far attaccare lo zucchero e per non far bollire il composto, finché lo zucchero e il caffè non saranno ben amalgamati e non ci saranno grumi.Unite alla miscela di caffè la panna e il latte e continuate a mescolare.Dopo qualche minuto versate il composto nella gelatiera e azionate per circa mezzora.Se non avete la gelatiera, mettete il gelato in una teglia da plum cake e lasciate in freezer per almeno 4 ore(meglio se lo lasciate una notte intera). Ogni ora, nelle prime tre ore, mescolate il gelato al caffè per evitare che si formino cristalli di ghiaccio.Quando il gelato sarà solidificato potete servirlo con delle praline di cioccolato e delle noci tritate. Se volete rendere il gelato al caffè ancora più gustoso potete aggiungere al composto anche un bicchierino di rhum.

Profilo Caffè

è il gusto scelto da chi è rilassato ha molto self control, vive tranquillamente e sembra non risentire dello stress.

Il caffè ottimo per una buona ripresa, lega perfettamente con il freddo delle coppette color acciaio.

 

Gusto Crema

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 g di latte
  • 160 g di panna
  • 3  tuorli
  • 85 g di zucchero
  • aromi a piacere (vaniglia, caffè, scorza di limone)
  • Separate i bianchi dai tuorli  facendo attenzione a togliere il più possibile il bianco perché il bianco e il rosso coagulano a temperature diverse quindi per ottenere una crema perfetta è meglio avere il rosso il più pulito possibile.In una pentola unite  i tuorli con zucchero  latte e panna e mescolate tutto con un mixer ad immersione per ottenere una miscela liscia ed omogenea.
  • Una volta tolto dal fuoco il composto lasciatelo raffreddare (meglio in un bagno maria di acqua e ghiaccio) e quando sarà completamente raffreddato mescolate di nuovo la miscela con il mixer ad immersione.A questo punto il composto è pronto per essere messo nella gelatiera, versate e mantecate per circa 30-40, quando è pronto servite il gelato alla crema come preferite, da solo, con frutta e menta piperita o biscotti amaretti anche tagliuzzati sopra!

Profilo Crema

chi sceglie questo gusto è più probabile sia amorevole, solidale e preferisca evitare i riflettori. E’probabile si tratti di una persona generosa, competente e intraprendente.

Gusto realizzato per ispirare il romanticismo che gira intorno alla crema. Da consumarsi molto lentamente con piatti in porcellana.

 

Gusto Yogurt

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 g di yogurt intero
  • 150 g di latte
  • 95 g di zucchero
  • La preparazione del gelato allo yogurt è semplicissima, unite i 3 ingredienti e mescolate con un mixer ad immersione fino al completo scioglimento dello zucchero.Accendete poi la gelatiera e versate a mantecare il tempo necessario. Quando il gelato è pronto potete servirlo subito con frutta fresca o secca come scaglie di pinoli e pistacchi!

 

Gusto Banana

Ingredienti per 2 persone:

2 banane

guardare il colore del gelato alla banana: non deve essere né bianco, né tanto meno giallo, ma grigetto. È il risultato del naturale processo di ossidazione:

Tagliate le banane a tocchetti, mettetele in un mixer e iniziate a frullare.

Inizialmente vi troverete un composto sbriciolato, ma insistendo alla fine vi risulterà una crema liscia.

Il vostro gelato alla banana è pronto.Se non lo consumate tutto potete rimetterlo in freezer, ma quando lo riprenderete dovrete frullarlo nuovamente.

Potete servirlo da solo o guarnendolo con scaglie di cioccolato fondente. Buonissimo l’accostamento!

Profilo Banana

amata da chi apprezza i sapori di un tempo, è un po’ conformista ma si può sempre contare su di lei!

Da consumarsi preferibilmente da coppette trasparenti multicolore.

 


La differenza tra gelato artigianale ed industriale

l gelato artigianale assomiglia al latte fresco, mentre quello  industriale  è paragonabile al latte “a lunga conservazione”.
Tra i due prodotti esistono sostanziali differenze per quanto riguarda la temperatura di produzione e di conservazione del prodotto: per la produzione di quello industriale si utilizza generalmente latte in polvere che viene reidratato immediatamente prima del trattamento termico e anche grassi vegetali;
per la produzione di gelato artigianale si utilizza invece prevalentemente latte fresco e panna fresca per questo il gelato artigianale assume la caratteristica di un prodotto casalingo, fresco e genuino, il cui successo è dovuto all’ estro, alla fantasia e alla capacità del singolo gelatiere.

 

Gelato al cioccolato dolce un pò salato

Così cantava, anni fa Pupo e quanti, infatti, fino a poco tempo fa avrebbero mai immaginato di gustare una golosa coppetta di gelato allo zafferano o un prelibato sorbetto al pepe? Probabilmente nessuno. Oggi, invece, numerose statistiche dimostrano come, eccezion fatta per i più rigorosi e severi puristi, siano sempre di più gli italiani che si lasciano tentare dai gusti insoliti e dagli abbinamenti arditi proposti dalle nostre gelaterie artigianali.

Cosa c’è di meglio di un cono crema e  cioccolato per concludere in maniera rilassante e appagante una calda giornata estiva? Con la semplice straordinarietà è un alimento al tempo stesso gratificante e nutriente, che tra l’altro lascia libero sfogo alla fantasia con una grande varietà di gusti.

È anche un momento di aggregazione e condivisione, un piacere da gustare da soli ma anche in compagnia. Tramite il modo, poi, si possono anche mandare dei segnali sulla propria personalità e sul proprio modo di essere.

E voi cosa preferite: cono o coppetta?

Ma cosa spinge essenzialmente gli italiani a concedersi una pausa golosa a base di gelato? La motivazione principale sia al bar che in gelateria è senza dubbio il piacere.

Precisiamo che al Bar il gelato sostituisce il pranzo veloce di lavoro, consumato in piedi, solo nel periodo estivo, quando buona parte di noi spesso lo sostituisce al panino, toast, o insalatona. Per quanto riguarda la Gelateria, è stato definito “momento conviviale” l’andarci in compagnia, per degustare il gelato seduti al tavolo e questo soprattutto nel dopo cena del periodo estivo. Non si rinuncia quindi al piacere di questa fresca leccornia che sia durante una passeggiata pausa pranzo o tra le mura domestiche.

 

A dirci molto su chi siamo veramente sembra essere anche il modo in cui mangiamo il gelato, secondo ricerche di psicologi ci sono quattro possibili modi di mangiare il gelato: leccando, succhiando, a morsi, a morsetti. Chi mangia il gelato leccando è una persona che ama la vita sociale, che partecipa molto volentieri ai contesti sociali e ama conoscere gente nuova. è la modalità degli ottimisti.

Andate a vedere questo tipo di cucchiaino, simpatica l’idea di tenerlo appoggiato sulla coppetta.

 

 

Il gelato si assapora meglio se leccato direttamente dal cono.

Il cucchiaino o la palettina con cui si prende invece il gelato dalla coppetta, agisce da isolante mantenendo più freddo il gelato quando entra in bocca. Così viene definito da una recente ricerca, Il cono gelato è da leccare il più a lungo possibile per godere la piacevolezza di creme e sorbetti fino in fondo.

 

Siete pronti a sgranocchiare anche il gelato con la cialda?

 

o come dice mia figlia qui divertita mentre serve gelati, buona l’idea di servire il gelato in cialda su piatto come in genere viene usato al tavolo delle gelaterie

Come servire il gelato in casa quando si hanno ospiti ?

Vi propongo alcune idee di presentare il gelato in base alle circostanze che

Innanzitutto è fondamentale la buona consistenza del gelato. A nessuno di noi piace mangiare un gelato che assomiglia ad un blocco di ghiaccio per quanto è duro, o ancora peggio, se si scioglie come un frullato. Un’idea da mettere in pratica è quella di spostare il gelato nel frigorifero 15-30 minuti prima di servirlo in tavola, questo gli permetterà di raggiungere la giusta consistenza senza il rischio di sciogliersi.

In che forma servirlo in tavola? Sembra logico pensare subito alle tradizionali palline, ma possiamo anche essere creativi e (se ha la consistenza adatta) disporlo a fette su dei piattini monoporzione. Nel caso in cui scegliamo di servire il gelato in palline, ricordiamoci di utilizzare, per ottenere un buon risultato, un apposito porzionatore  bagnato in acqua corrente (di modo che il gelato si stacchi con maggiore facilità). Sempre nel caso delle palline, si consiglia di servire il gelato in una coppetta preferibilmente trasparente (per permettere di vedere e apprezzarne appieno il contenuto) e soprattutto ampia e capiente, per saziare i nostri ospiti o permettere maggiore libertà nell’uso di eventuali guarnizioni.

 

Coppette particolari per servire il gelato

Vi propongo alcune proposte per gustare il gustoso alimento , molto bene anche per macedonie.

Bellissima quest’immagine della linea Venice di Guzzini  come le coppette sotto evidenziate

o  la su coppetta in cristallo gelato allo yogurt accompagnato con scorzette di arancia e macedonia

 

 

Bene anche su coppetta in porcellana

 

coppetta, piatto , o coppa, l’importanza di mangiare un gelato è…gustarselo…

 

 e con questo simpatico aforismo saluto golosamente a tutti:
                                       Il gelato è felicità condensata
                                                       Jessie Lane Adams

 

 

E voi, che “tipi da gelato” siete ?!

 

e con l’immagine delle mie belle ragazze vi auguro un bellissimo week end,  e resto in attesa dei vostri freschissimi commenti…il gusto lo scegliete voi!!!

 

Please follow and like us:
21

Diana Fagiani

autrice della pagina magazine Cuore di casa, sono io nell'avere e provare il piacere di vivere positivamente sempre, e sempre dal cuore trovo la spinta necessaria per agire spesso anche sbagliando ma, non mollo mai la tenacia è per me come una sorella ogni volta che cado giù mi aggrappo ad essa e mi sostiene a rimettere tutto in gioco. Dopotutto la vita non va vista anche come gioco? "L'uomo non smette di giocare perchè invecchia, ma invecchia perchè smette di giocare!" George Bernard Shaw

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *